Regala una gioia
Escursioni

L’hotel in montagna in Trentino Alto Adige: natura lussureggiante

Durante la vostra vacanza presso il nostro hotel in montagna in Trentino Alto Adige potrete dedicarvi a svariate attività, come piacevoli passeggiate e arrampicate adrenaliniche oppure prendere parte alle varie escursioni guidate che organizziamo settimanalmente, incluso briefing serale con le nostre guide alpine. Grazie alle montagne impressionanti delle Dolomiti, l’Alta Badia rappresenta una meta prediletta per escursionisti e alpinisti. Durante le vostre vacanze escursionistiche in Alto Adige potrete scoprire il Gruppo del Sella, il Sassongher, il Gruppo del Cir e altri massicci rocciosi, ideali per escursioni di qualsiasi livello di difficoltà. Tra le varie escursioni che potrete scegliere vi menzioniamo i percorsi che portano al Rifugio Gardenaccia, al Rifugio Jimmy e al Passo Valparola. Dopo una full immersion nel verde incontaminato della natura, potrete rifocillarvi poi presso le innumerevoli baite e rifugi che vi invitano a una sosta e vi deliziano con prelibatezze locali. Nel nostro hotel in montagna in Trentino Alto Adige assaporerete il meglio della natura. Non dovrete fare altro che armarvi di mappa, bastoni e zaino e partire alla volta dell’Alto Adige.

Hotel in montagna in Trentino Alto Adige: un tuffo nel bianco

Se decidete di trascorrere una settimana bianca nel nostro hotel in montagna in Trentino Alto Adige, potrete intraprendere delle escursioni invernali emozionanti, abbracciati dall’incantevole paesaggio innevato. Camminare nella neve soffice non è solo un puro e semplice piacere naturale che vi tiene in forma, ma è un buon metodo per combattere lo stress accumulato e ritrovare il proprio equilibrio. Vicino al nostro hotel in montagna in Trentino Alto Adige avrete a disposizione una vasta scelta di sentieri invernali, con oltre 80 chilometri di percorsi ben preparati e segnalati per escursioni più o meno impegnative sulla neve. Lontano dai paesi e dalla frenesia delle piste da sci, in pochi passi vi immergerete in un mondo fatato. Che sia in estate o in inverno, una vacanza al Col Alto, il nostro hotel in montagna in Trentino Alto Adige, è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

I nostri consigli

Di seguito vi proponiamo delle escursioni consigliate da noi che potreste intraprendere durante il vostro soggiorno nel nostro hotel in montagna in Trentino Alto Adige.

Alta Via di Colfosco

Durante le vostre vacanze non dovrete farvi mancare un’escursione alla scoperta dell’Alta Via di Colfosco, un sentiero d’alta quota a carattere prettamente alpino che va dal Passo Gardena attraverso la Val Stella Alpina fino a Colfosco.  Un’escursione piacevole adatta a tutta la famiglia, su per sentieri ben segnalati che si inerpicano tra manti erbosi punteggiati di mille colori.

 

Da Colfosco si sale con la seggiovia del Col Pradat fino alla stazione a monte: da qui si prosegue in direzione nord verso la sella montana davanti al Sassongher e ai pendii di pini mughi fino al Rifugio Edelweiss. Si prosegue discendendo tramite alcuni tornanti fino alla stazione a monte di un impianto di risalita; a destra, invece, si percorre un sentiero non segnalato fino al Rifugio Forcelles (2.102 m, chiuso in estate). Da qui in poi proseguirete di nuovo sulla ben segnalata via di Colfosco, attraversando prati montani e distese di cirmoli in direzione sud-ovest fino alla Malga Cir e più avanti verso l’adiacente via del Passo Gardena. Per il ritorno si prosegue per il sentiero 650, da cui si può prendere una deviazione attraversando la valle fino alla cascata e poi ritornare a Pecei.

Escursione da Corvara al Pralongià

(Vittoria, reception)

 

Partenza: 1.550 mt
Sommità: 2.109 mt
Durata: 4 ore

 

Tracciato facile, ben segnalato, non adatto ai passeggini ma ideale per un’escursione in famiglia.

Si parte da Corvara dall’impianto Col Alto e si può salire a piedi (50 min) o in ovovia. Da lì si prosegue fino al Rifugio Bioch, da dove parte l’ultimo sentiero che sovrasta tutta la bellissima Val Badia. Si arriva quindi al Rifugio Pralongià, dal quale si può fare un tuffo nel passato osservando il Col di Lana. Si scende verso il Campolongo e una volta arrivati al Rifugio La Marmotta si scende e si torna a Corvara per un sentiero facile che conduce fino al Rifugio Boconara.

Via Ferrata Tridentina fino al Lech dl Dragon

(Vittoria, reception)

 

Partenza: 1.956 mt
Sommità: 2.667 mt
Durata: 6 ore

 

Ferrata per praticanti e attrezzati di imbrago e casco. Sentiero ben segnalato e non adatto ai bambini.

Si parte dal parcheggio del Passo Gardena, si sale dal sentiero n° 29 e si prosegue lungo la via ferrata che offre viste mozzafiato e il passaggio sul ponte sospeso prima di arrivare al Lago Pisciadù. Da lì ci si avvicina al sentiero n° 666 e si imbocca poi il sentiero n° 667 che porta al Lech dl Dragon dove si può osservare il suggestivo permafrost. Si torna indietro al parcheggio scendendo dalla meravigliosa Val Setus.

Escursione dal Passo Gardena a Corvara

(Aileen, reception)

 

Partenza: 2.136 mt (Passo Gardena)
Durata: 1,5 ore

 

Tracciato facile, ben segnalato, non adatto ai passeggini ma ideale per un’escursione in famiglia.
Per una passeggiata tranquilla consiglio di andare dal Passo Gardena a Corvara. Si raggiunge il Passo Gardena con l’autobus oppure con l’ovovia. Io di solito parto tardi e arrivo lì, al Rifugio Jimmy, per ora di pranzo.

Dopo scendo per il sentiero vicino all’ovovia che mi porta fino a Colfosco. Da lì prendo l’autobus per tornare a Corvara oppure imbocco il sentiero vicino alla chiesa che mi porta direttamente ai piedi del Sassongher e poi a Corvara.

La passeggiata è abbastanza tranquilla, senza difficoltà particolari. È una passeggiata con diverse alternative, perché si può raggiungere Colfosco “tagliando” attraverso il bosco oppure si può camminare fino al Forcelles, località sopra Colfosco e poi raggiungere anche il Rifugio Edelweiss prima di ritornare in paese.

A me piace perché facendo questa passeggiata si può godere della fantastica vista sulle montagne e ammirare il Gruppo del Sella in tutta la sua bellezza.

Escursione dalla Capanna Alpina al Parco Naturale del Fanes

(Stefano, Famiglia Pezzei)

 

Partenza: 1.730 mt
Sommità: 2.200 mt
Durata: 5 ore

 

Tracciato di difficoltà media, sentiero ben segnalato.

Una delle mie escursioni preferite è quella che dalla località Capanna Alpina porta nel cuore del Parco Naturale di Fanes-Senes-Braies. L'Alpe di Fanes è senza dubbio uno dei luoghi più affascinanti di tutto il territorio delle Dolomiti.

Dalla Capanna Alpina si prende il sentiero n° 11, prima pianeggiante in direzione est, poi in salita in direzione nord-est fino al Col de Loćia (2.069 m), con vista panoramica sul Gruppo del Sella e sulla Marmolada. Si prosegue sullo stesso sentiero con vari saliscendi, attraverso grandi distese di pini mughi, fino a raggiungere il Gran Plan o Plan de Ciaulunch, una grande distesa verde, all’inizio della quale si trova la biforcazione per il Lagació/Lagazuoi. Attraversato il Gran Plan, si procede in salita verso il Passo Tadega (a sinistra bivio per Lavarela e Conturines). Si prosegue nella stessa direzione, in leggera discesa fino alla Malga Gran Fanes (2.110 m). Da qui, dopo una leggera salita, si giunge al Lech de Limo, da dove si scende poi verso i rifugi Ütia Fanes e Ütia Lavarela (2h 40min.). Tra i due rifugi è situato il bellissimo Lech Vërt. Consiglio di pranzare in uno di questi rifugi e di ritornare poi verso la Capanna Alpina ammirando il paesaggio incantato di questo altipiano.

Richiedi
Hotel Col Alto